DSpace ISS DSpace ISS DSpace ISS
 

DSpace ISS >
04 - Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro >
ISPESL Collection >


Title: Studio di mortalità in una coorte di disinfettori urbani: Follow-up di sessanta anni
Authors: FigÓ-Talamanca I
Giannandrea F
Galante G
Dell'Orco V
Giordano F
Valente P
Issue Date: 2006
Citation: Giordano F, Dell'Orco V, Galante G, Giannandrea F, Valente P, Figà-Talamanca I. Studio di mortalità in una coorte di disinfettori urbani: Follow-up di sessanta anni. Giornale Italiano di Medicina del Lavoro ed Ergonomia. 2006;28(3):333-4.
ispartof: 
Language: it
Type: Article
Abstract: INTRODUZIONE: Il ruolo dei pesticidi come cancerogeni per l’uomo rappresenta una questione ancora aperta. I primi studi sui lavoratori agricoli evidenziarono limiti nel definire il grado d’esposizione ad antiparassitari ed un incremento significativo del rischio per diverse neoplasie come leucemia, mieloma multiplo, tumori dello stomaco, prostata, cute e cervello (Blair and Hoar Zahm, 1991). Studi successivi tentarono di chiarire meglio il livello d’esposizione attraverso lo studio degli applicatori autorizzati, categoria professionale in cui l’esposizione era più accuratamente definita. In questi studi si confermò un maggior rischio per linfomi (Corrao,1989), tumori neurologici, (Wiklund et al, 1989) e neoplasia prostatica (Settimi et al. 2003, Van Maele-Fabry and Willems, 2004). Più recentemente, alcuni lavori hanno sottolineato un rischio elevato per neoplasie tra gli esposti a specifiche sostanze (Blair et al. 2005): neoplasie linfopoietiche tra gli applicatori di alachlor e glifosfato (Lee et al 2004; De Roos et al, 2005), neoplasie polmonari tra gli esposti a chlorpyrifos (Lee et al, 2004) ed agli erbicidi metalachlor e pendimethalin (Alavanya et al 2004), ed alcune tipologie tumorali per gli esposti ad atrazina (Rusiecki. et al., 2004). Gli studi in letteratura relativi ai disinfettori urbani sono limitati. Tale gruppo sembra essere di particolare rilievo per le differenti condizioni di esposizione rispetto all’agricoltura e per l’eterogeneità delle sostanze implicate. Uno studio inglese su una coorte di disinfettori urbani effettuato in un periodo di 15 anni non ha evidenziato alcun incremento di rischio per neoplasie (Thomas et al, 1996). Più recentemente, uno studio francese ha riportato un incremento significativo di tumori tra i disinfettori urbani che utilizzavano formaldeide e rodenticidi (Ambrosie et al 2005). Il presente lavoro rappresenta un follow-up aggiornato di una coorte di disinfettori urbani operanti nel Comune di Roma. La prima analisi di mortalità di questo gruppo ha riguardato il periodo 1970-1987 e mostrava un’aumentata mortalità per tutte le cause con un’eccedenza statisticamente significativa per i tumori epatici (Figà-Talamanca et al.,1993). Nel presente studio iportiamo una analisi aggiornata della mortalità nella stessa coorte relativa al totale di 85 morti verificati durante l’intero periodo di osservazione.
URL: http://www.ispesl.it/pubblicazioni/
Appears in Collections:ISPESL Collection

Files in This Item:

There are no files associated with this item.

View Statistics
SFX Query

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

Valid XHTML 1.0! DSpace ISS  Istituto Superiore di Sanità  - Feedback